HjemGrupperSnakMereZeitgeist
Søg På Websted
På dette site bruger vi cookies til at levere vores ydelser, forbedre performance, til analyseformål, og (hvis brugeren ikke er logget ind) til reklamer. Ved at bruge LibraryThing anerkender du at have læst og forstået vores vilkår og betingelser inklusive vores politik for håndtering af brugeroplysninger. Din brug af dette site og dets ydelser er underlagt disse vilkår og betingelser.

Resultater fra Google Bøger

Klik på en miniature for at gå til Google Books

Indlæser...

The Stolen Woman: Florence Baker's Extraordinary Life from the Harem to the Heart of Africa (2004)

af Pat Shipman

MedlemmerAnmeldelserPopularitetGennemsnitlig vurderingOmtaler
2256117,922 (3.78)11
The events of Florence Baker's life read like a novel. Born in the 1840s into an aristocratic family who were all murdered in the Hungarian revolution, Florence fled to the Ottoman empire with her nurse. She was next heard of living in a harem, barely in her teens. In 1859 she was presented at auction, and it was in this most unlikely of settings that she met her soulmate Sam Baker, a wealthy English adventurer whose geographic discoveries proved crucial to England's understanding of the African landscape. Saving her from slavery, Sam offered his paramour much more a life of danger, excitement and passion exploring the uncharted interior of Africa in search of the source of the Nile. Florence's early life. Sam and Florence were to suffer years of deprivation and conflict with local tribes before their amazing fortitude brought ultimate victory. Sam named the source of the Nile Albert N'yanza, after the Queen's consort. But a larger challenge awaited them: winning acceptance in polite Victorian society. from beneath the shadow of her more famous husband. It is the story of a remarkable woman, of an extraordinary love affair, but also of the golden age of exploration. Reconstructed through journals, documents, maps and photographs, it chronicles the life of a tenacious, compassionate and unlikely explorer a woman who stood alongside some of the toughest men in history to face the unknown.… (mere)
Ingen
Indlæser...

Bliv medlem af LibraryThing for at finde ud af, om du vil kunne lide denne bog.

Der er ingen diskussionstråde på Snak om denne bog.

» Se også 11 omtaler

Viser 1-5 af 6 (næste | vis alle)
Love this book! ( )
  nossanna | Nov 9, 2019 |
I had problems with this book. The way it talked about people's emotions, and the look on their faces, etc. is clearly a product of the author's imagination. I think this is a huge problem with a nonfiction book, even literary nonfiction. ( )
  dcoward | Mar 15, 2016 |
Un romanzo storico e una biografia (o un saggio) sono due generi che non condividono lo stesso registro. Il romanzo storico è essenzialmente una narrazione di fantasia basata su fatti (o contesti) storici reali. Possono trattare personaggi completamente invetati che agiscono in un determinato periodo storico o possono trattare di personaggi strorici realmente esistiti. In entrambi i casi vengono attribuiti ai protagonisti visioni, parole, sentimenti e sensazioni che possono non avere riscontro nella realtà. Ovviamente un buon romanziere cercherà di documentarsi con particolare attenzione onde evitare anacronismi e contraddizioni o approsimazioni. Se sarà particolarmente fortunato (e bravo) potrà accedere a documentazione come diari e lettere e basarsi su di esse per costruire la psicologia del personaggio, nel caso esso sia realmente esistito.
La Shipman, tuttavia, essenzialmente ha scritto una biografia, colmando i vuoti con sporadiche vicende romanzate e dialoghi, a sua detta, plausibili. Fino al cuore del Nilo è inclassificabile: non è un romanzo storico, perché largamente basato su dati oggettivi, fatti registrati, voci di diario e carteggi. Non è neanche una biografia puntuale a causa dell'inserzione di eventi narrativi. E' sostanzialmente un minestrone. In più la lettura è disturbata continuamente dalla presenza di note (in appendice per giunta), spesso indicanti essenzialmente bibliografia e non esplicazioni veramente interessanti per il lettore medio (significati delle parole arabe o di particolari contesti culturali ad esempio), che probabilmente le salterà completamente. Una delle abilità del romanziere storico è implementare informazioni di quel tipo dentro la narrazione. La Shipman non ci riesce. Cosa emerge? L'Africa delle grandi esplorazioni, quella di Burton e Speeke, di Livingston e Stanley. Emergono due personaggi veramente notevoli e moderni, Florence e Sam Baker. Che tengo a sottolineare non sono invenzioni né tantomeno reinvenzioni (narrative, come si confa ai romanzi del genere, basti ricordare il meraviglioso Ramses di Jacq, un personaggio letterario ricalcato su un personaggio storico esistito) di Pat Shipman. Quindi Fino al cuore del Nilo altri non è che un calderone malriuscito di ciò che vorrebbe essere ma non è. Consigliato sull'argomento il bel film misconosciuto Le Montagne della Luna. ( )
  Zeruhur | May 26, 2012 |
Un romanzo storico e una biografia (o un saggio) sono due generi che non condividono lo stesso registro. Il romanzo storico è essenzialmente una narrazione di fantasia basata su fatti (o contesti) storici reali. Possono trattare personaggi completamente invetati che agiscono in un determinato periodo storico o possono trattare di personaggi strorici realmente esistiti. In entrambi i casi vengono attribuiti ai protagonisti visioni, parole, sentimenti e sensazioni che possono non avere riscontro nella realtà. Ovviamente un buon romanziere cercherà di documentarsi con particolare attenzione onde evitare anacronismi e contraddizioni o approsimazioni. Se sarà particolarmente fortunato (e bravo) potrà accedere a documentazione come diari e lettere e basarsi su di esse per costruire la psicologia del personaggio, nel caso esso sia realmente esistito.
La Shipman, tuttavia, essenzialmente ha scritto una biografia, colmando i vuoti con sporadiche vicende romanzate e dialoghi, a sua detta, plausibili. Fino al cuore del Nilo è inclassificabile: non è un romanzo storico, perché largamente basato su dati oggettivi, fatti registrati, voci di diario e carteggi. Non è neanche una biografia puntuale a causa dell'inserzione di eventi narrativi. E' sostanzialmente un minestrone. In più la lettura è disturbata continuamente dalla presenza di note (in appendice per giunta), spesso indicanti essenzialmente bibliografia e non esplicazioni veramente interessanti per il lettore medio (significati delle parole arabe o di particolari contesti culturali ad esempio), che probabilmente le salterà completamente. Una delle abilità del romanziere storico è implementare informazioni di quel tipo dentro la narrazione. La Shipman non ci riesce. Cosa emerge? L'Africa delle grandi esplorazioni, quella di Burton e Speeke, di Livingston e Stanley. Emergono due personaggi veramente notevoli e moderni, Florence e Sam Baker. Che tengo a sottolineare non sono invenzioni né tantomeno reinvenzioni (narrative, come si confa ai romanzi del genere, basti ricordare il meraviglioso Ramses di Jacq, un personaggio letterario ricalcato su un personaggio storico esistito) di Pat Shipman. Quindi Fino al cuore del Nilo altri non è che un calderone malriuscito di ciò che vorrebbe essere ma non è. Consigliato sull'argomento il bel film misconosciuto Le Montagne della Luna. ( )
  Zeruhur | May 26, 2012 |
Viser 1-5 af 6 (næste | vis alle)
ingen anmeldelser | tilføj en anmeldelse
Du bliver nødt til at logge ind for at redigere data i Almen Viden.
For mere hjælp se Almen Viden hjælpesiden.
Kanonisk titel
Oplysninger fra den engelske Almen Viden Redigér teksten, så den bliver dansk.
Originaltitel
Alternative titler
Oprindelig udgivelsesdato
Personer/Figurer
Oplysninger fra den engelske Almen Viden Redigér teksten, så den bliver dansk.
Vigtige steder
Oplysninger fra den engelske Almen Viden Redigér teksten, så den bliver dansk.
Vigtige begivenheder
Beslægtede film
Indskrift
Tilegnelse
Første ord
Citater
Sidste ord
Oplysning om flertydighed
Forlagets redaktører
Bagsidecitater
Originalsprog
Canonical DDC/MDS
Canonical LCC

Henvisninger til dette værk andre steder.

Wikipedia på engelsk

Ingen

The events of Florence Baker's life read like a novel. Born in the 1840s into an aristocratic family who were all murdered in the Hungarian revolution, Florence fled to the Ottoman empire with her nurse. She was next heard of living in a harem, barely in her teens. In 1859 she was presented at auction, and it was in this most unlikely of settings that she met her soulmate Sam Baker, a wealthy English adventurer whose geographic discoveries proved crucial to England's understanding of the African landscape. Saving her from slavery, Sam offered his paramour much more a life of danger, excitement and passion exploring the uncharted interior of Africa in search of the source of the Nile. Florence's early life. Sam and Florence were to suffer years of deprivation and conflict with local tribes before their amazing fortitude brought ultimate victory. Sam named the source of the Nile Albert N'yanza, after the Queen's consort. But a larger challenge awaited them: winning acceptance in polite Victorian society. from beneath the shadow of her more famous husband. It is the story of a remarkable woman, of an extraordinary love affair, but also of the golden age of exploration. Reconstructed through journals, documents, maps and photographs, it chronicles the life of a tenacious, compassionate and unlikely explorer a woman who stood alongside some of the toughest men in history to face the unknown.

No library descriptions found.

Beskrivelse af bogen
Haiku-resume

Current Discussions

Ingen

Populære omslag

Quick Links

Vurdering

Gennemsnit: (3.78)
0.5
1
1.5 1
2 2
2.5
3 4
3.5 1
4 13
4.5 2
5 4

Er det dig?

Bliv LibraryThing-forfatter.

 

Om | Kontakt | LibraryThing.com | Brugerbetingelser/Håndtering af brugeroplysninger | Hjælp/FAQs | Blog | Butik | APIs | TinyCat | Efterladte biblioteker | Tidlige Anmeldere | Almen Viden | 201,756,388 bøger! | Topbjælke: Altid synlig